Cosa mangiare in estate per combattere il caldo e abbronzarsi

Frutta e verdura sono l’aiuto più valido per stare bene anche quando fuori ci sono 40 gradi

Durante l’arco dell’estate capitano sempre le settimane di grande afa, le giornate di sole rovente. Il rischio è quello di mangiare in maniera sbagliata e stare male o, peggio ancora, decidere di rimanere a digiuno. Il caldo eccessivo affatica e spesso toglie l’appetito. Ma portare a tavola gli alimenti giusti per reidratare il nostro corpo con acqua e sali minerali può decisamente essere di grande aiuto.

Sembra scontato dirlo, ma è bene ripeterlo: frutta e verdura sono l’aiuto più valido per stare bene anche quando fuori ci sono 40 gradi. Se ne consiglia il consumo regolare di 5 porzioni al giorno. Le insalate ricche possono costituire anche un pasto unico a pranzo, fresche e leggere, l’ideale se dobbiamo stare fuori per lavoro. La frutta, mista e tagliata a pezzettoni, può essere una valida colazione insieme a yogurt e cereali, lo spuntino delle 11 o una merenda fresca, da portare anche fuori in una piccola borsetta termica.
Scegliete in particolare verdura con la più alta percentuale di acqua è da preferire, ad esempio:

  • zucchine, contengono acqua per il 95%, sali minerali, vitamine A e C, sono fresche, leggere e versatili, da consumare anche crude;
  • cetrioli, aiutano ad idratare con il loro 96% di acqua, a disintossicare, a migliorare la pelle;
  • pomodori, perfetti per le insalate, ricchi di vitamina A, B, e C, licopene e acido folico, antiossidanti;
  • fagiolini, leggeri, poco calorici, diuretici e con buone quantità di sali minerali.

Come per gli ortaggi, anche per la frutta vale lo stesso discorso, è da preferire quella più idratante:

  • melone, composto da acqua per il 90%, vitamina A e C, fosforo e calcio, ma soprattutto utile per fare scorta di potassio;
  • anguria, il 90% di acqua la rende diuretica e quindi disintossicante, dissetante, con vitamine e sali minerali che attenuano la spossatezza;
  • pesca, anch’essa diuretica e rinfrescante, contenendo betacarotene protegge anche la pelle

E’ bene non portare a tavola nelle giornate più calde cibi grassi e pesanti, piccanti, insaccati, fritture, piatti troppo elaborati o i classici street food sono da evitare. Preferire carne bianca e pesce. Evitare anche bevande zuccherate, gassate o alcoliche.

E se desiderate una pelle perfetta e abbronzata cercate i cibi contenente Beta – Carotene. Si tratta di un pigmento organico presente in molti tipi di frutta e verdura che ci aiuta ad assumere la Vitamina A. Questo stimola la produzione di melanina, aiutando il corpo ad abbronzarsi con più facilità appena si espone al sole.
Vediamo allora in quali alimenti è presente e cos’altro conviene portare a tavola: carote, pomodori, melone giallo, albicocche, cicoria, lattuga e spinaci, peperoni, ciliegie, fragole e lamponi.

Ricordiamo che la pelle ha bisogno di continua idratazione e tanta acqua, berne almeno 2 litri al giorno favorirà il nostro benessere generale.

N.b. – Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *